LENERGIA sui ritardati recapiti
31 gennaio 2017

LENERGIA sui falsi aumenti

Da qualche giorno, sui social, circola un invito a non pagare le prossime bollette dell’energia elettrica, che conterrebbero aumenti di 30-35 euro destinati a coprire i debiti lasciati da chi non ha pagato le proprie bollette.

Si tratta di un’informazione falsa, come affermato anche dalle associazioni dei consumatori.

Le prossime bollette non conterranno quegli aumenti.

Quale è la realtà dei fatti, in breve?

Da sempre, oltre ai costi legati al consumo dell’energia, la bolletta contiene anche gli oneri generali di sistema.

Cosa sono?

Sono dei costi non stabiliti e non incassati da chi vende energia, ma girati al Gestore Servizi Energetici e usati, fra l’altro, per pagare il lavoro di chi distribuisce l’elettricità.

E, come noto, chi distribuisce elettricità non è lo stesso soggetto che la vende.

Dopo sentenze dei TAR e del Consiglio di Stato, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha deliberato che una parte degli oneri generali di sistema servirà a risarcire quei distributori di energia elettrica che non sono stati e non saranno pagati per i servizi forniti.

Tutto questo, se accadrà davvero, non accadrà ora e non accadrà a breve.

E, se e quando accadrà, comporterà aumenti irrisori che, comunque, non finiranno nelle casse dei venditori.

Le prossime bollette, quindi, aumenteranno soltanto se consumeremo di più.